riverside1---escursionismo.jpgriverside3-ciaspole.jpgriverside4--scialpinismo.jpgriverside5-bike.jpgriverside6--scialpino.jpgriverside7-alpinismo.jpgriverside8-arrampicata.jpg

ESCURSIONISMO

EscursionismoAbbiamo scelto l’escursionismo come attività principale poiché è uno sport che consente di unire cultura e movimento. In generale, l’escursionismo è inteso come attività non competitiva in cui si ricerca il contatto con la natura e la cultura dei luoghi; esso offre agli appassionati i piaceri del ritrovare il benessere interiore e della immersione nella natura e suscita, dalla conoscenza diretta e concreta sul campo, l'interesse verso un maggiore impegno nelle azioni di tutela del territorio.

 

Monti Pizzi 27 Giugno 2021

Una giornata trascorsa in montagna, sui Monti Pizzi, regala sempre belle emozioni.

Questi rilievi calcarei, situati nella parte meridionale del Parco Nazionale della Maiella, decorano in modo specifico il paesaggio perché le vette, anche se non molto elevate, emergono "solitarie" dalle estese formazioni boschive, caratterizzandolo come aspro e selvaggio.

Il nostro percorso ad anello comincia e ha termine presso il fontanile con annessa area pic-nic in loc. “Fonte dei Pulcini" sulla Sp 164 per Pizzoferrato.

Da qui ci dirigiamo verso Stazzo Polledrara, con annesso rifugio, purtroppo chiuso. Il sentiero passa attraverso freschi boschi, di faggio o anche misti con meli e peri selvatici, e radure che lasciano intravedere guglie aeree e pareti rocciose. Il terreno da queste parti ha ancora molta umidità e la fioritura è abbondante. Incontriamo anche specie floristiche rare, come il Botton d'Oro.

Tra vaste faggete, prati aperti di un verde intenso e creste ventilate arriviamo alla prima vetta della giornata, Monte Basilio, e da qui in brevissimo tempo sulla seconda vetta, Monte Secine. Sfiorano entrambi i 1900 m di quota, ma sono un belvedere straordinario con affacci panoramici sui principali rilievi montuosi della Maiella e del PNALM. Da qui ottima la vista anche sul vicino Molise, fino a Capracotta, e il gruppo del Matese.

Scendiamo dal Secine per dirigerci verso l’area faunistica del cervo in territorio di Gamberale, passando dallo Stazzo Secine; da qui dopo breve tratto su asfalto riprendiamo il sentiero del Parco L6 che si inoltra nella fresca faggeta, fino a ritornare a Fonte dei Pulcini.

 

Galleria Fotografica

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information