riverside1---escursionismo.jpgriverside3-ciaspole.jpgriverside4--scialpinismo.jpgriverside5-bike.jpgriverside6--scialpino.jpgriverside7-alpinismo.jpgriverside8-arrampicata.jpg

ESCURSIONISMO

EscursionismoAbbiamo scelto l’escursionismo come attività principale poiché è uno sport che consente di unire cultura e movimento. In generale, l’escursionismo è inteso come attività non competitiva in cui si ricerca il contatto con la natura e la cultura dei luoghi; esso offre agli appassionati i piaceri del ritrovare il benessere interiore e della immersione nella natura e suscita, dalla conoscenza diretta e concreta sul campo, l'interesse verso un maggiore impegno nelle azioni di tutela del territorio.

 

Monte Meta e Monte Cappucciata, tra creste panoramiche e valli nel Parco del Gran Sasso 20 ottobre 2019

I rilievi che circondano gli altipiani di Campo Imperatore e del Voltigno offrono in autunno paesaggi cromatici di notevole bellezza.

Per godere appieno del fascino dell’autunno sui monti, questa escursione è consigliatissima: faggi, aceri, ornielli e conifere compongono un dipinto perfetto.

I Folletti sono stati spesso sul Monte Meta e il Monte Cappucciata, ma questa volta è per percorrere un itinerario nuovo, un anello, in cresta e per questo molto panoramico.

Partiti dal Rifugio Ricotta, seguiamo la carrareccia che costeggia i Coppi del Pacino, in direzione di Valle Caterina. Si lascia presto la comoda carrabile, per risalire sulla cresta che conduce al Monte Meta, dove giungiamo da Nord attraverso un breve ma erto pendio erboso. La giornata fortunatamente tersa e il cielo blu donano risalto a tutti i colori del bosco autunnale e, percorrendo la panoramica cresta, caratterizzata da distese di ginepri ed uva ursina, possiamo ammirare l’intera catena del Gran Sasso ed i più famosi borghi alle sue pendici: Castel del Monte e Rocca Calascio!

Dal Monte Meta si prosegue scendendo il lato sud della montagna caratterizzato invece da nuda roccia e piccole cenge. Questo tratto è stato attrezzato con corde fisse e uno alla volta ci cimentiamo nella discesa della paretina rocciosa, con brevi passaggi di I e II grado.

Si prosegue ancora lungo la cresta attraverso una faggeta fino a raggiungere Capo le Serre. Quindi si arriva alla vetta di Monte Cappucciata, a quota 1801 metri, la cui vetta è caratterizzata da un grosso punto trigonometrico in cemento. Da qui, il panorama è uno dei più suggestivi d’Abruzzo: lo sguardo si perde ammirando tutt’intorno il Mare Adriatico, le città della costa ed i paesi della Val Pescara e del chietino, il gruppo montuoso della Maiella e del Morrone, i massicci del Sirente, del Velino, del Parco nazionale d’Abruzzo, tutte le vette del Gran Sasso e il Terminillo. Un panorama spettacolare e unico!

Dalla vetta si scende tornando sulla carrareccia di Pietraflora per poi proseguire in parte nella faggeta in parte sulla cresta panoramica parallela a quella del Meta, denominata Pietra Aspra, che tra affacci e colori spettacolari ci riporta al Rifugio Ricotta.

 

Galleria Fotografica

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information