riverside1---escursionismo.jpgriverside3-ciaspole.jpgriverside4--scialpinismo.jpgriverside5-bike.jpgriverside6--scialpino.jpgriverside7-alpinismo.jpgriverside8-arrampicata.jpg

2017_0409 Prata d'Ansidonia

 

follettiAssociazione sportiva dilettantistica Folletti del Morrone

Castelli e paesaggi misteriosi della provincia aquilana

  DOMENICA 9 APRILE 2017

 
 Tipo di Itinerario:  Anello
 Punto d'incontro:  Ore 8.30 presso il bar Castello di Prata d’Ansidonia
 Orario di partenza:  Ore 8.45 
 Difficoltà:  E
 Dislivello salita/discesa:  550m/520m
 Tempo di Percorrenza:  4 ore circa (esclusa visita alle chiese di Bominaco)
 Lunghezza Percorso:  12 Km circa
 Descrizione Percorso:

 Prata d'Ansidonia (850m) - Castel Camponeschi (884m) – Tussio (820m) - Monte Buscito (1169 m) - Castello di Bominaco (1071m) - Bominaco - Sentiero di ritorno per Prata d’Ansidonia

 Punti d'acqua:  3 (Castel Camponeschi, Tussio, Bominaco)
 Esposizione al Sole:  50 %
 Esposizione al Vuoto:  0%
 Itinerario per bambini:  16 anni in su
 Sconsigliato per:  Persone poco allenate 
 Mezzo di Trasporto:  Auto proprie
Accompagnatori:

 Anna Maddalena Belcaro – Elvira Giovannoli

DESCRIZIONE

ITINERARIO

Dal paese di Prata d’Ansidonia q 846, si segue il sentiero verso Castel Camponeschi (circa 1 km), un borgo fortificato ormai abbandonato, ma ad un tempo luogo di vita della potente famiglia Camponeschi. E’ uno dei 99 castelli aquilani. Da Castel Camponeschi si possono ammirare le possenti rovine di Peltuinum e seguire con lo sguardo una parte del percorso del Trattuto Magno che collegava L'Aquila a Foggia. Nel bosco si prosegue fino a Tussio (circa 3 km), incontrando una deliziosa dolina con laghetto. Tussio è un borgo fatato con edifici ricchi di elementi architettonici e decorazione di pietra, non sempre decifrabili. Dal cimitero di Tussio si sale su Monte Buscedo che fa da spartiacque tra la Piana di Navelli e la Valle dell’Aterno. Il Monte Buscedo è una modesta altura di circa 1159 m che presenta molte caratteristiche che ci aprono ad una storia misteriosa sia geologica che antropologica. Il monte ha la forma di una schiena di balena, molto arrotondata, coperta da arbusti di ginepro e da una fitta pineta. Dal lato ovest si ergono delle torri di granito che sembrano quasi una fortezza naturale: sono caratterizzate da fessure orizzontali, da blocchi squadrati disposti a semicerchio, da forme regolari che indicanbo un intervento dell'uomo. Il luogo è stato una cava di pietra come si può dedurre dalle lastre rocciose perperndicolari, da sottili linee di taglio, da pietroni squadrati. Lungo la cresta del monte ci sono buche dalla funzione misteriosa, sicuramente tombe antichissime o forse depressioni doliniche o forse scavi per sistemare armi contraeree durante la seconda guerra mondiale. Lungo il fianco del monte si osserva almeno una tomba a pozzolana. Il Monte Buscedo offre un panorama a 360° su una eccezionbale corona di montagne che comprendono Terminillo, Monte Ocre, Monte Cagno, Monte Sirente, I monti del PNALM, il Morrone e la Maiella, fino alla cordigliera di Campo Imperatore. Sarà divertente identificare le cime ed i paesi che si adagiano lungo i crinali dei monti, le valli o gli altipiani. Il sentiero arriva sul castello di Bominaco che si vede dall’alto in un’insolita posizione che inquadra perfettamente le possenti mura e l’elegante ed inespugnabile bastione. A Bominaco ci sarà la visita delle due famose chiese romaniche: San Pellegrino con la totale copertura di affreschi e lo straordinario calendario, Santa Maria Assunta dallo straordinario impianto architettonico. Da Bominaco si prosegue per un breve tratto su strada fino al km 2 per imboccare di nuovo un sentiero in mezzo ad un bosco: per chi vorrà o saprà vedere, la selva di Tussio offrirà le sue mille meraviglie di cespugli, alberi, fiori, muschi, pietre. Le volpi amano farsi vedere, perché sono troppo vanitose e desiderano che si ammiri il loro mantello e la loro coda.

Al termine dell'escursione sarà possibile fermarsi presso il Bar Castello di Prata D'Ansidonia per uno spuntino con le nostre pizze rustiche e dolci, ordinando al bar bevande e caffè.

Foto on-line:  Google foto
Articolo escursione:  2017_0409 Relazione Castelli aquilani

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information