riverside1---escursionismo.jpgriverside3-ciaspole.jpgriverside4--scialpinismo.jpgriverside5-bike.jpgriverside6--scialpino.jpgriverside7-alpinismo.jpgriverside8-arrampicata.jpg

2017_0618 Monte Fontecchia

 

follettiAssociazione sportiva dilettantistica Folletti del Morrone

Monte Fontecchia

Con CAI di Pescina

  DOMENICA 18 GIUGNO 2017

 
 Tipo di Itinerario: Anello
 Punto d'incontro: ore 7.45: Pescina (piazza)
 Orario di partenza: Ore 8.30: Località la Guardia (AQ)
 Difficoltà:  EE
 Dislivello salita/discesa:  700m/900m
 Tempo di Percorrenza:  6 ore 
 Lunghezza Percorso: 13 Km
 Descrizione Percorso:

Rifugio la Guardia (1425m) – Vallone di Fontecchia (1650m) – Passo della Fontecchia (1870m) – Monte Fontecchia (1932m) – Monna della Rapanella (1830) – Coppo del Campo (1350m) – Lecce Vecchio (1200m) 

 Punti d'acqua:  1 (alla partenza)
 Esposizione al Sole:  10 %
 Esposizione al Vuoto:  0 %
 Itinerario per bambini:  12 anni in su
 Sconsigliato per:  Persone non bene allenate 
 Mezzo di Trasporto:  Auto proprie
Accompagnatori:

 Panfilo Serafini – Franco Zauri (Sez. CAI Pescina)

DESCRIZIONE

ITINERARIO

Proponiamo un’escursione con gli amici del CAI di Pescina che, per sentieri poco battuti, ci porta a conoscere luoghi del PNALM raramente frequentati dalla maggior parte dei visitatori e molto vissuti dagli animali di grossa taglia, quali orso e cervo. Un territorio ricco di doline e neviere, oggi prevalentemente utilizzato da boscaioli.

Lasciata qualche auto all’altezza dei ruderi di Lecce Vecchio (punto di arrivo), dall’ampio piazzale antistante il Rifugio La Guardia (comune di Lecce nei Marsi), percorriamo un breve tratto di asfalto in discesa per andare ad imboccare il Sentiero S3 del PNALM, che nel primo tratto percorre un’agevole carrareccia ombreggiata.

Lasciata la carrareccia, il sentiero si inerpica in una fitta faggeta che in alto presenta esemplari plurisecolari.

Usciti dalla faggeta si raggiunge un ampio terrazzamento panoramico sulla Vallelonga e sui monti limitrofi. Per raggiungere la vicina vetta, riguadagniamo la faggeta. Dalla vetta torniamo sui nostri passi per percorrere il sentiero di ritorno, S4, che ci porta nei pressi dei ruderi del vecchio abitato di Lecce, distrutto dal terremoto del 1915.

Per coloro che potrebbero essere interessati, segnaliamo che, dopo l’escursione, in autonomia possono fermarsi nei pressi dell’abitato di Venere di Pescina, dove è presente una parete di arrampicata, alta circa 30m, con tre vie.
Foto on-line:  Google foto
Articolo escursione:  2017_0618 Relazione Monte Fontecchia

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information