riverside1---escursionismo.jpgriverside3-ciaspole.jpgriverside4--scialpinismo.jpgriverside5-bike.jpgriverside6--scialpino.jpgriverside7-alpinismo.jpgriverside8-arrampicata.jpg

2017_1001 Traversata Rotella

 

follettiAssociazione sportiva dilettantistica Folletti del Morrone

Traversata Pescocostanzo - Monte Rotella (2129 m) - Sulmona

  DOMENICA 1 OTTOBRE 2017

 
 Tipo di Itinerario:  Traversata
 Punto d'incontro:

 Ore 6.45 Parcheggio cimitero di Sulmona; ore 7 partenza con autobus (o con mezzi propri)

 Orario di partenza:  Ore 7.30 da Pescocostanzo
 Difficoltà:  EE
 Dislivello salita/discesa:  700 / 1700 m
 Tempo di Percorrenza:  8 ore (soste escluse)
 Lunghezza Percorso:  24 Km
 Descrizione Percorso:

Pescocostanzo - Impianti sciistici (1453 m) - Cima della Fossa (1940 m) - Monte Rotella (2129 m) - Prato del Ragano (1670 m) - Il Terminone (1689 m) - Pietra Maggiore (1609 m) - Fonte Pacile (988 m) - Colle Mitra (1067 m) - Sulmona (432 m)

 Punti d'acqua:  Fonte Pacile (a volte in secca)
 Esposizione al Sole:  100 %
 Esposizione al Vuoto:  alcuni tratti aerei
 Itinerario per bambini:  no
 Sconsigliato per:  persone non bene allenate (percorso molto dispendioso)
 Mezzo di Trasporto:  Auto proprie/autobus
Accompagnatori:

 Alfonso Di Cesare – Feliciano Susi   

DESCRIZIONE

ITINERARIO

NB: da Sulmona si va in autobus fino al punto di partenza di Pescocostanzo. Posto garantito ai primi 19 iscritti (costo: 10 euro). I soci che non si iscriveranno per tempo e che partecipano alla traversata dovranno organizzarsi autonomamente con i propri mezzi

Traversata panoramica in quota che percorre per buona parte la cresta del monte Rotella, catena montuosa molto lunga che origina dalla piana di Sulmona.

Dopo la partenza dagli impianti sciistici di Pescocostanzo (1453 m), si incomincia a salire su sentiero comodo, per arrivare a Cima della Fossa (1940 m).  Si continua a salire sulla dorsale per arrivare sul Monte Rotella (2129 m.) il punto più alto della nostra uscita.

Con saliscendi iniziali, e dopo alcuni frastagliati cocuzzoli, si scende decisi tra terrazze erbose, spuntoni affilati e ventilati, si sfiora il Vallone della Canala, si supera la Cresta di Pietramaggiore per arrivare al Prato del Ragano (1670 m.); da qui ci si dirige verso sinistra per raggiungere in poco tempo il Terminone detto anche Tre Confini (1689 m). Bellissima veduta sul Monte Genzana e nella piana sottostante il paese di Pettorano Sul Gizio.

Si prosegue per raggiungere lo sperone roccioso di Pietra Maggiore (1609 m). Si attraversa un ondulato e arido pianoro (Le Coppare) e,  sempre in vista della Valle del Gizio, si arriva a un punto denominato “Le Coppe” in prossimità dei ruderi del vecchio abitato di Pacile. Da qui tenendosi a sinistra si scende fino a incrociare il sentiero che porta a una pinetina nei pressi della Fonte Pacile (988 m). Si risale leggermente e prendendo un traverso sulla destra puntiamo in direzione della cima di Colle Mitra (1067 m) nei pressi di Costa della Fonte. Si segue la recinzione di un rimboschimento e costeggiando un casello ferrioviario abbandonato si passa sul Colle Savente (460 m.) per arrivare al piazzale del cimitero di Sulmona (432 m). Percorso lungo e dispendioso ma gratificante.

 

Foto on-line:  
Articolo escursione:  

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information